El Vangelo de mi’ nona

2

Tra i libri che la famiglia Marinelli ha donato alla nostra biblioteca, c’è anche “tutte le poesie di Duilio” con “El Vangelo de mi’ nona” del poeta Duilio Scandali, il racconto del Vangelo di una nonna ai nipotini, in 70 sonetti.

Domenica 10 dicembre alle 17.30 ancora un’occasione per stare insieme e farci gli auguri di Natale! nell’ultimo appuntamento dell’anno dedicato al vernacolo ed alla storia di Ancona, leggeremo con Alfonso Napolitano, Lilli Gallo e Ubaldo Mengani “El Vangelo de mi’ nona” di Duilio Scandali.

“Stanote a mezanote è nato un fiolo
biondo come un pulcì’, riceto e belo;
dó rechie a scufia, un nasetì a fagiolo
e ‘na boca che pare un ravanelo.

Nudo-madre, sul fié, senza nenzolo,
fa “nanu” cui detini al sumarelo…
El bove: buuu!… je sofia qui in tel còlo.
lu ride!… ride!… È nato el Bambinelo!…

Neviga in tut’el mondo. Gió dal cele
svólene i cherubini cu’ le lale
dore e d’argento e càntene in tra i fiochi…

Scapa fora l’Arcangelo Gabriele:
– Pastori! – dice – Alegri, ch’è Natale!… –
(Ride, Ninì ché mama ha fato i gnochi…).

Stu fato qui è sucesso tempo antigo
quand’era viva nona Catarina,
quando i gati magnàvene el panigo
e i sorci andava cu’ la mantelina.

Per davero è sucesso quel che digo
al Pogio… ossia a Betleme in Palistina;
Gerusaleme – dice un libro intigo –
stava fra Galignà e la Palombina.

Dedicato a tutti i nonni e alle loro storie.
Vi aspettiamo alle 17.30 non mancate!

I commenti sono chiusi.