Angela Curina presenta: Il corpo fa eco – Una Mole di carta

 

Il testo mi dà corpo e con le mani io stesso do corpo a lui, in un amalgama che ora è divenuto questo Corpo del Testo

Venerdì 21 agosto ore 19.30 non mancate al terzo incontro curato da Casa delle Culture per la rassegna letteraria Una Mole di Carta. Saremo in compagnia della poetessa Angela Curina che ci parlerà della sua opera prima Il corpo fa Eco, edita Eretica.

Angela è viaggiatrice e studentessa di Antropologia e non sorprende che all’interno delle sue parole emergano il viaggio ed il cammino, l’uomo ed il corpo.

Il corpo fa Eco è una raccolta di poesie luminose e mutevoli, concretamente ancorate alla dimensione corporea, la cui lettura è quasi esperibile tramite i sensi.
Le sezioni principali sono cogliersi, raccogliersi e accogliersi, che già trasmettono la metamorfosi e la maturazione di quello che è un processo sia creativo sia umano: quello di capire ciò che siamo e ciò che sentiamo, di fermarci a riflettere ed elaborare, e infine di accettare e accettarci per essere più presenti a noi stessi e al mondo.
Leggiamo di questo processo trasformativo che è bellezza ma anche fatica nel preambolo che non è vera e propria introduzione ma poesia anch’esso:

Come per le rocce, le ere si condensano in noi. Ne mostriamo i segni nelle corrosioni esterne, nei grumi, nei frantumi. Siamo pietre che si levigano sotto le sferzate degli agenti atmosferici. Ci sfaldiamo e ci erodiamo, ci stratifichiamo nel tempo nello spazio, col tempo e con lo spazio. Dolcemente e violentemente. Tutto ciò che ci resta da fare, allora, è adoperare gli strumenti dell’archeologo, le mani e la fatica, per scrutare nello spazio tempo del paesaggio di noi stessi gli echi che danno corpo alle nostre forme.

Momento nevralgico dell’incontro sarà l’ascolto delle poesie nella loro forma più consona: per mezzo della voce e dell’interpretazione dell’autrice stessa a cui farà da contrappunto Gemma Rosaria Scarponi, referente dell’ Associazione Culturale I Trucioli.

Quello con Angela è l’unico incontro dedicato alla poesia presente all’interno di Una Mole di Carta 2020, un evento da non perdere, un momento per raccoglierci e rispecchiarci nelle parole dell’autrice, nelle sue parole che si fanno corpo, nel corpo che si fa eco.

Vi aspettiamo!

 

 

🗓Venerdì 21 Agosto
🎫Ingresso: GRATUITO
📌Luogo: Lazzabaretto
🕖Inizio: ore 19.30

 

 

 

 

 

I commenti sono chiusi