Le Provviste di novembre: un mese di graphic novel

Libri riposti nelle nostre librerie come provviste in un solaio.
Libri pronti a sfamare il nostro spirito mai sazio di storie.

Con la nuova rassegna letteraria Casa delle Culture e Libreria Fogola si promettono di regalarvi qualche buon chicco di grano che possa nutrire la vostra curiosità.

____________________________________________________________________________________________________

La rassegna letteraria Provviste ha dedicato il mese di novembre al graphic novel, ovvero il romanzo a fumetti (o romanzo grafico): una forma narrativa in cui le storie a vignette hanno la struttura del romanzo, quindi autoconclusive e con un intreccio articolato.

 

GIOVEDI 19 NOVEMBRE 2020
Rosso è il perdono. Redenzione di una brigatista di Nicola Gobbi edito Rizzoli Lizard.

Una ricca chiacchierata a cui hanno partecipato l’autore Nicola Gobbi, la bibliotecaria di Casa delle Culture e Simona, libraia di Fogola.
Insieme all’autore abbiamo esplorato le dinamiche del fumetto “realtà“, un genere di graphic novel che affronta temi problematici, spesso drammatici, della nostra storia.

Il fumetto: Italia, anni di piombo, una pagina di storia in cui ribellione giovanile, repressione poliziesca e violenza politica convivono tragicamente. È in quel periodo che la giovane Anna Laura Braghetti si unisce alle Brigate Rosse. Ha appena 25 anni quando, insieme ad altri, tiene sotto sequestro Aldo Moro nella casa romana di via Montalcini. Pochi mesi dopo, in seguito al ritrovamento del cadavere di Moro, Anna Laura entra in clandestinità, prendendo personalmente parte in azioni terroristiche, come l’attentato che – il 12 febbraio 1980 – costerà la vita a Vittorio Bachelet, vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura. Arrestata nel maggio dello stesso anno e condannata all’ergastolo, inizierà in carcere un difficile percorso di riconciliazione, un viaggio lungo il quale sarà sostenuta da una delle persone che avrebbe avuto ogni ragione per odiarla a morte: padre Adolfo Bachelet, fratello di Vittorio. Un libro che racconta la forza liberatrice del perdono.

 

 

 

GIOVEDI 26 NOVEMBRE 2020
Milano a mano armata di Romando de Marco edito RoundRobin

Un incontro a tre tra il prolifico giallista Romano de Marco, l’illustrato Mario Schiano e la bibliotecaria Giorgia.
Un viaggio tra le oscure ed elettrizzanti strade del fumetto hard boiled: genere poliziesco che distingue dal giallo per una rappresentazione realistica del crimine, della violenza e delle pulsioni umane.

 

Il fumetto: Matteo Serra, ispettore di Polizia, viene trasferito da Roma a Milano per aver partecipato a uno scambio di droga all’insaputa dei suoi superiori Una testa calda che agisce senza autorizzazione o uno sbirro corrotto? Nel dubbio meglio allontanarlo dalla capitale. Di sbatterlo dentro non se ne parla perché Serra conosce troppi segreti e li ha raccolti in dossier capaci di scuotere le fondamenta dei palazzi del potere. Nel capoluogo lombardo viene aggregato alla squadra d’élite del commissario Andrea Gherardi, un poliziotto in gamba dilaniato dai sensi di colpa. Mentre la ‘ndrangheta stringe un patto di ferro con un cartello colombiano per acquisire il monopolio del mercato della cocaina, i servizi segreti si muovono per mettere le mani sui dossier di Serra. A Milano è guerra aperta e c’è solo un modo per combatterla: colpire duro. Colpire per primi.

 

 

 

I commenti sono chiusi.