250 hertz: letture ad alta voce per il “Maggio dei libri”

Con 250 hertz. Letture ad alta voce la biblioteca di Casa delle Culture aderisce al Maggio dei Libri 2021,  campagna nazionale che l’obiettivo di evidenziare il valore sociale dei libri quale elemento essenziale per la crescita personale, culturale e civile.
Nell’anno dedicato alle celebrazioni per il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, Il Maggio dei Libri celebra il Poeta dedicando la campagna all’amore, uno dei temi cardine della sua produzione, e alle sue declinazioni.

Amor… sottolinea la potenza e la centralità del sentimento, quello che alla fine vince sempre e che è il più autentico eroe dantesco, e richiama anche il profondo legame che si crea fra libri e lettori, fra le storie scritte e le esperienze sempre diverse che se ne hanno leggendole.

La Biblioteca di Casa Culture propone una selezione di quattro romanzi che narrano l’amore, ognuno dei quali ne interpreta una diversa forma, ne ritrae un differente ritratto, con l’intento di coglierne in minima parte la complessità e l’iridescenza, e invita chiunque voglia a votare entro il 10 maggio il libro preferito partecipando al sondaggio presente nel nostro evento facebook

CLICCA QUI PER VOTARE AL NOSTRO SONDAGGIO!

Il romanzo con più voti verrà letto in versione integrale e diventerà un podcast che potrà essere ascoltato in ogni istante e nel momento giusto per una storia d’amore.

1. Mi chiamo Lucy Burton di Elizabeth Strout.
In una stanza d’ospedale nel cuore di Manhattan, davanti allo scintillio del grattacielo Chrysler che si staglia oltre la finestra, per cinque giorni e cinque notti due donne parlano con intensità. Non si vedono da molti anni, ma il flusso delle parole sembra poter cancellare il tempo e coprire l’assordante rumore del non detto. In quella stanza d’ospedale, per cinque giorni e cinque notti, le due donne non sono altro che la cosa più antica e pericolosa e struggente: una madre e una figlia che ricordano di amarsi.

2. Il libro dell’estate di Tove Janasson
L’estate, l’ultima isola abitata prima del mare aperto nell’arcipelago finlandese, un paesaggio selvaggio e incontaminato, la casa lontana dalla civiltà, una nonna e una nipotina. L’affinità e l’intesa fra Sofia, la bambina che inizia ad affrontare la vita, e la nonna, che l’ha vissuta a fondo e l’ha amata con la saggezza di non pretendere di capirla e sa che fra poco dovrà lasciarla. Il loro dialogo, che spazia su ogni cosa che sta fra il crescere e il morire, è come una musica che resta a lungo nell’orecchio, come una sonatina.

3. Marie aspetta Marie di Madeleine Bourdouxhe
Per amare è necessario conoscere se stessi. Marie (che pure ama profondamente il suo marito) scopre la violenza della passione quando, su una spiaggia della Costa Azzurra, incrocia lo sguardo di un ragazzo di vent’anni dalle spalle sottili, i fianchi stretti e le lunghe gambe abbronzate. Un pomeriggio si incontrano, come per caso, su un sentiero che costeggia il mare e, su un pezzetto di carta che lei non getterà, lui scrive un numero di telefono.  Il percorso di una donna che affronta, con un’audacia che quasi la stupisce, «l’intransigenza del desiderio». E che alla fine del libro, a chi le chiede il suo nome, risponde di chiamarsi Marie – «Marie e basta».

4. Le nostre anime di notte di Kent Haruf
Un giorno Addie Moore rende una visita inaspettata al vicino di casa, Louis Waters. I due sono entrambi in là con gli anni, vedovi, e le loro giornate si sono svuotate di incombenze e occasioni. La proposta di Addie è scandalosa e diretta: vuoi passare le notti da me? Inizia così una storia di intimità, amicizia e amore, fatta di racconti sussurrati alla luce delle stelle e piccoli gesti di premura. Ma la comunità di Holt non accetta la relazione di Addie e Louis, che considera inspiegabile, ribelle e spregiudicata. E i due protagonisti si trovano a dover scegliere tra la propria libertà e il rimpianto.

Vai sul nostro evento e vota il romanzo che ti ha più incuriosito, hai tempo fino al 10 maggio!

I commenti sono chiusi.